Liberty Atto Secondo

Quarta di copertina

Michael Fleming riesce a sfuggire da uno sceriffo durante una rapina in banca, per poi condurre la Liberty su Europa per installare il nuovo motore a curvatura e sbrigare alcune faccende personali. In quel villaggio, Giulia viene arrestata dallo sceriffo e portata in cella. Non volendo abbandonare la sua amica, Michael si dà da fare per liberarla con l’aiuto di Frank. Riuscita l’evasione della donna, la Liberty riprende il suo viaggio e si concede del tempo per divertirsi col nuovo motore a curvatura, quando un messaggio anonimo li invita ad un incontro segreto su Ganimede. Curiosi di scoprire chi si nasconde dietro quel messaggio, si recano sul posto per imbattersi in un evento che sta colpendo i pianeti esterni, sul quale si troveranno ad indagare.

Formato ebook
ASIN: ‎ B09L8B67YB
Lingua: ‎ Italiano
Dimensioni file: ‎ 2019 KB
Da testo a voce: ‎ Abilitato
Screen Reader: ‎ Supportato
Miglioramenti tipografici: ‎ Abilitato
Word Wise: ‎ Non abilitato
Lunghezza stampa: ‎ 179 pagine

Formato cartaceo
ASIN: ‎ B09L3394QS
Editore: ‎ Independently published (8 novembre 2021)
Lingua: ‎ Italiano
Copertina flessibile: ‎ 177 pagine
ISBN-13: ‎ 979-8762000499
Peso articolo: ‎ 327 g
Dimensioni: ‎ 15.24 x 1.02 x 22.86

Breve estratto

«Stavo notando» fu Sarah ad interrompere quel silenzio rivolgendosi a Frank «Che non ti vedo mangiare quei biscotti al burro da diversi giorni.»

«Ne sono uscito» rispose Frank pulendosi la bocca con il tovagliolo e scrollando la testa «Non ne faccio uso da almeno dodici giorni… ormai… inizio a vedere la luce in fondo al tunnel» concluse sollevando la mano verso l’alto e indicando la lampada che illuminava la stanza.

«E… come sta andando? Come stai superando la cosa?» chiese Sarah divertita dall’atteggiamento del nostro amico.

«Ammetto che all’inizio non è stato facile… abbandonare quelle delizie… non fu facile» rispose abbassando lo sguardo sulla tavola e concedendosi delle brevi pause «Quando ho deciso di smettere… vedevo quei biscotti ovunque voltassi lo sguardo… li sognavo perfino la notte… soffrivo in quei momenti. Poi, mi dissi che dovevo smettere e di non dare peso a quelle visioni. Non ho dormito per intere notti… ma adesso… sento che ne sto uscendo.»

«Perché? Perché? Perché ti stai riferendo ad una banale dipendenza alimentare… come fosse una tremenda dipendenza dalle droghe? Perché… Frank? Perché?» intervenne Giulia agitando le mani in aria.

«Tu… non puoi capire… donna» rispose Frank guardandola negli occhi. «Erano solo… degli stupidi biscotti… deliziosi, devo ammetterlo… si scioglievano in bocca… ma erano solo degli stupidi… dannati… biscotti… al burro!» esclamò la donna battendo i pugni sul tavolo sotto lo sguardo divertito di Michael che si limitava ad ascoltare senza intervenire.

Estratto su Writer Officina: https://www.writerofficina.com/racconto.asp?cod=1872